La Cesarina AFFITTACAMERE - BED & BREAKFAST a TRAVA di LAUCO in Carnia

TERRITORIO

Torna all'elenco
image
 
Avaglio vista da Trava (Foto Valter Spilotti) "mainetta" sulla strada per Avaglio (Foto Valter Spilotti) Chiesa di Santo Spirito - Avaglio (Foto  A.M. Gargiulo)
"Il lavadôr" - Avaglio (Foto Valter Spilotti)
LA FRAZIONE DI AVAGLIO

"Le mainette"

Dopo una bella passeggiata di 1,5 "km sLe "ulla strada comunale in direzione Lauco, con uno splendido panorama sulla Val Tagliamento, si raggiunge la frazione di Avaglio, ove, girovagando per le viuzze del paese è piacevole, nonché interessante, scoprire varie "mainette" (ancone votive) più o meno antiche, collocate ai bordi delle strade o sui muri delle case. La prima mainetta la si incontra prima ancora di addentrarsi ad Avaglio, sulla curva che sovrasta il rio Tamara, ruscello poco più lungo di un km, che segna il confine tra le due frazioni di Trava ed Avaglio.
 

Chiesa di Santo Spirito

Si erige maestosa nella piazza del centro abitato la chiesa di Santo Spirito, risalente al XIX secolo. Presenta una navata centrale e due laterali; superati tre scalini in pietra, si accede al presbiterio con retrostante l’abside semicircolare ma schiacciato. Colonne in marmo con archi a tutto sesto si aprono sulle navate laterali.


"Il lavadôr"

Proseguendo per alcune centinaia di metri, in direzione di Lauco, è possibile ammirare un antico lavatoio realizzato da abili artigiani del luogo nel XVIII secolo e poi restaurato nel 2002, costituito da otto vasche con alette di lavaggio, inserite in un contesto di muratura in pietra. I “lavadôrs”, cioè i lavatoi, sono delle strutture semplici, in pietra o sassi, raramente coperti, tipici della civiltà contadina di queste zone e del Friuli tutto, utilizzati un tempo dalle donne, per lavare i panni. Di prassi i “lavadôrs” venivano realizzati lungo i corsi d’acqua e in prossimità delle risorgive. Oggigiorno i "lavadôrs", con l’arrivo della tecnologia moderna, hanno perso la loro funzione, ma resta vivo e forte il loro valore simbolico e storico: i “lavadôrs”, infatti, erano sì luoghi ove ci si recava per lavare i panni, e quindi luoghi di lavoro e non di divertimento, ma soprattutto fungevano da punti di incontro e di aggregazione che favorivano gli scambi di idee, la diffusione delle notizie e la socializzazione.

 

 
Facebook    Pinterest    Twitter    Google+    YouTube    TripAdvisor Turismo FVG
Realizzato da Bo.Di.